Lorem ipsum dolor sit amet, elit eget consectetuer adipiscing aenean dolor

GDR 3: (S01-S10) “La storia di Dramedia”

Campagna: “Emnotork: The Origins”

Rubrica:
Emnotork: Origine
Cronache di Valenium 29 di Ruin 1411
Di Diacon MecCoy

Questa è una storia d’avventura e di avventatezza, che poi son due parole che vanno a braccetto, spesso sinonimo una dell’altra. Io sono Diacon MecCoy, se volete sapere di più sul mio conto e sulla mia rubrica, vedrete che il mio nome è composto di lettere di sangue che vi condurranno a stringermi la mano e a conoscermi; piacere mio, ma non sono io la notizia.

La città di Sodara del Fiume sotterraneo è stata costruita dall’orizzonte di Kirath. I lavori cominciarono al termine del patto del sottosuolo e furono portati a termine nei primi 5 anni. Nel 1407 la cittadina di Sodara contava già sulla guida di tre personalità di primo piano appartenenti alla razze: Goblin, nani e Troll.

I Goblin sono governati da Snitar, discendente della famiglia Dart, aveva un illustre parente da poco passato a miglior vita presso Velen. Il suo nome era Koriugo. (Appronfondimento: “La fine di Koriugo”)  Tuttavia i due si distinguono per intenti e carattere.

I Nani hanno Fulgrim Forgiatempo (Approfondimento: CE (Forgiatempo) che comanda dalla taverna del Baffo Arrotolato mentre continua la sua ricerca sui Simulacri

I Troll hanno Trunna, una femmina tutta d’un pezzo che dirige la sua comunità a suon di mazzate

La storia che sto per raccontarvi ha come protagonista Forgiatempo, fu proprio lui che dopo anni sui tomi dovette venire a capo della storia di Dramedia. La tartaruga è una creatura ancestrale vendicativa quanto aggressiva, in molti hanno tentato di comprendere come interloquire con lei, sembra appartenere a quella razza di creature ancestrali dotate di intelligenza, ma Forgiatempo non ha ancora compreso quello che il re dei Priar Kanerian, chiama “Linguaggio delle Stelle”. In molti negli anni passati, avrebbero voluto eliminarla, ma Forgiatempo si è sempre opposto. “Non si uccide una creatura millenaria!. Staremo al nostro posto!”

Purtroppo però il fato ha finito per metterci la mano e Ronan “Corda Lunga” è molto in pensiero per il figlio Korin che è disperso presso il Lago di Balcan. La faccenda viene subito presa in consegna da Forgiatempo, amico di famiglia di Ronan.

Thordard, il capo degli esploratori, confessa che Korin ha fatto una mossa sconsiderata. “Il ragazzo diceva di avere trovato la soluzione in uno dei testi che abbiamo rinvenuto insieme dalla Biblioteca La Croce Straniera. Diceva di avere trovato una sequenza di movimenti capaci di comunicare calma o di presentarsi a Dramedia. Io ho tentato di dissuaderlo, ma come capo spedizione non posso ignorare una richiesta. Gli ho chiesto se fosse disposto a rischiare la vita, se avesse capito cosa volesse dire provare un approccio del genere. Il ragazzo ha detto che voleva tentare.”

“Ha cominciato a danzare di fronte a Dramedia, la tartaruga è arrivata furente e ha attaccato il gruppo disinteressandosi di lui, noi siamo riusciti a lasciare il campo di battaglia appena in tempo e a rifugiarci nei cunicoli. Ore dopo siamo tornati a cercarlo, ma di lui non c’era traccia. Dramedia potrebbe averlo divorato un un unico boccone, neanche il sangue abbiamo trovato! L’ultima immagine che ho del ragazzo è lui che danza e poi il corpo della tartaruga che lentamente mi chiude la visuale.”

Forgiatempo si lancia anima e corpo, vuole che Ronan possa almeno celebrare il funerale del figlio, ma le cose prendono una strana piega. Parlando con Xanu, una delle guide più esperte dei Goblin, scopre che Dramedia era stata infastidita da alcuni Pesci Mutati. Sono delle creature umanoidi con la testa di pesce. C’è una comunità che vive da qualche anno poco più a sud di Sodara. Non hanno mai dato fastidio.

Forgiatempo è un enciclopedia vivente se si parla di mostri e creature ancestrali e subito ricorda quanto studiato sui testi prelevati dalla “Croce Straniera”. I pesci mutati erano sudditi di Dramedia, ma la tradirono e presto diventarono suoi oppositori. La tartaruga perse la guerra e tornò in vita grazie al simulacro. Dramedia è ricordata per la sua indispensabile opera di protettrice delle profondità dei Kallinan ed è anche reputata la sacerdotessa del culto dei morti

Snitar, concede a Forgiatempo la sua guida migliore: Rudulo, mentre Trunna affida a Forgiatempo “Il mansueto”, un Troll dalle poche parole e dai tanti fatti!

La via verso il lago di Balcan si dimostra impervia e poco prima della cascata il gruppo imbatte in alcuni pesci mutati. Gli occhi di Forghiatempo brillano d’ira non appena vede il corpo di Korin lasciato in un angolo, sanguinante.

Nonostante sia passato qualche nano dai grandi combattimenti di cui si è reso protagonista, assesta un paio di colpi leggendari e placa la sua sete di sangue solo quando l’ultimo pesce mutato giace a terra morto. I suoi compagni non sono da meno, Ragmus, il grande sacerdote di Weinal e Rudulo non perdonano!

Korin è ancora vivo e gli racconterà qualcosa di molto interessante.

“Dramedia non lo ha attaccato, anzi lo ha guardato con rispetto, poi è andata sulla sua strada ed allora sono stato rapito dai pesci mutati, volevano sapere come ci fossi riuscito, ma io non ho rivelato nulla, sarei morto se fosse stato necessario, come mi ha insegnato mio padre!”

Forgiatempo e compagni riflettono sull’intera questione. Il testo di Dramedia nasconde un cifrario che spiega strani movimenti da eseguire in segno di rispetto della creatura ed inoltre al buon Forgiatempo salta alla mente un’altra novità a cui non aveva fatto caso.

Il testo è stato tradotto e colui che ha operato la traduzione si firma Kalimath. Questo nano ha operato la traduzione dal linguaggio delle stelle al nanico moderno. Il testo risale all’era precedente a quella di Synistas! come diavolo è stato possibile per Kalimath tradurlo in una lingua che ancora non era parte di Emnotork. Il nanico moderno nasce nel 1120 per editto di Klim, il paladino di Weinal.

Inoltre Kalimath chi è? Si riferisce a Kalimath I, una volta re dell’impero dell’ovest o si riferisce a Kalimath, l’amico di Forgiatempo morto nella battaglia contro il Beholder, primo fautore dell’orizzonte di Kirath?

Dubbioso su troppe cose Forgiatempo decide di servirsi di Hoovra Quatral al fine di inviare un corvo presso l’impero dell’ovest per avere qualche informazione in più da re Kanerian.

Composizione del Gruppo:

Alessandro Bianchini è Fulgrim Forgiatempo (Finalmente si torna a casa!)
Raffaele Maiozzi è Rudulo
Stefano Salvato è Ragmus Nak-Mer
Lorenzo Luzzi (Ci farà sapere settimana prossima)

Torna ad Origine per leggere tutti gli articoli

 


Iscriviti alla Newsletter
Ricevi news ed aggiornamenti sulle ultime novità ed iniziative in corso
(inviando la tua richiesta attraverso il form, accetti implicitamente le disposizioni sul trattamento dei dati nella sezione relativa alla privacy policy)
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup