Lorem ipsum dolor sit amet, elit eget consectetuer adipiscing aenean dolor

Diacon MecCoy

Rubrica:
Personalità di Emnotork & Thaldaros
Di Fernand Roderick

Diacon MecCoy nacque nel 1371 presso la città di Numasor e dopo i primi anni passati a sgobbare al giornale di Numasor, allora sotto la direzione dello gnomo Khaldus, decise di rifiutare l’ingresso all’accademia di bardi e cantori della città. Intervistato da Dyhair Delroy, conosciuto come grande firma, ma non ancora a capo dell’ordine dei bardi, dichiarò:

“Ho sostenuto l’esame per dimostrare a me stesso che potevo farcela, ho ottenuto il massimo dei voti. Posso dire senza rammarico che questa non è la mia strada, formerò un mio giornale, il suo nome sarà “Origine”. Il nostro giornalismo sarà dedicato esclusivamente alla ricerca del passato e al racconto di grandi personalità del presente. Non sarò mai una penna piegata alla quotidianità. Scrivere una notizia interessante tutti i giorni? Questo equivale a mentire. Voglio dedicare la mia vita alla verità, questo sarà il mio periodico: Origine.”

Era il 1390 e Diacon MecCoy aveva 19 anni e un temperamento impulsivo. “Origine” ebbe un paio di numeri di discreto successo nei primi 6 mesi, ma tutto sarebbe finito senza avere alcun esito se non fosse stato per Julius Kanter. Il magnate delle miniere Kanter a sud est di Numasor, decise di investire sul progetto di un ragazzo che aveva dimostrato di potere stare sotto i riflettori senza battere ciglio.

A convincerlo non fu l’idea di “Origine”, ma la personalità straripante di MecCoy. Purtroppo però il periodico non riusciva a trovare una base di pubblico costante. Un numero veniva venduto in tutto il continente, quello successivo aveva invenduti tali da far pensare a Kanter di cessare il suo finanziamento e lasciare il ragazzo al suo futuro.

Nel 1402 La chiacchiera del Vicolo sostituiva il vecchio quotidiano di Numasor e Kanter fece una mossa per la quale MecCoy l’avrebbe odiato per anni. Firmò un accordo con Delroy vincolando il nome di MecCoy a quello della Chiacchiera per i successivi 20 anni.

Diacon e Julius litigarono presso piazza dell’obelisco, a Porta del Gelo.

“Mi hai ucciso, io respiro ancora Julius, ma tu mi hai ucciso nell’anima!”

Questa frase sarebbe passata alla storia. Kanter ci aveva visto giusto, non solo conservò il periodico Origine, ma nel giro di due anni, grazie agli articoli settimanali scritti nella rubrica omonima il suo nome crebbe in popolarità. il periodico riprendeva le tematiche settimanali accennate sulla Chiacchiera del Vicolo con degli approfondimenti dettagliati e il pubblico racimolato alla chiacchiera comprava anche “Origine”. MecCoy non ringraziò mai pubblicamente Julius Kanter che di fatto diede alla sua creatività e passione una concretezza.

Julius Kanter morì nel 1407, il discorso di MecCoy al suo funerale fu memorabile nel suo essere di poche battute: “E’ morto un amico.”

Quella personalità così straripante, capace di sostenere un esame solo per burlarsi della commissione a risultato ottenuto, così intraprendente da buttarsi a capo fitto in un impresa senza valutarne pro e contro, non era riuscito a dire altro al funerale del suo più grande benefattore.

Delroy scrisse a riguardo: “il cuore di un uomo può spezzarsi, quello di MecCoy ha subito un duro colpo oggi.”

Dal 1407 ad oggi Diacon MecCoy ha onorato e continua ad onorare il suo contratto con la Chiacchiera del Vicolo, la sua rubrica ha milioni di lettori in tutto il continente e il suo periodico, del quale ha rilevato il 30% della proprietà, non ha rivali in Emnotork. Il 50% di Origine è proprietà dell’ordine della polvere (Approfondimento: tutti gli ordini). Il restante 20% è nelle mani di Donovan Kanter, il figlio di Julius.

Torna ad Origine per leggere tutti gli articoli


Iscriviti alla Newsletter
Ricevi news ed aggiornamenti sulle ultime novità ed iniziative in corso
(inviando la tua richiesta attraverso il form, accetti implicitamente le disposizioni sul trattamento dei dati nella sezione relativa alla privacy policy)
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup