Lorem ipsum dolor sit amet, elit eget consectetuer adipiscing aenean dolor

Primo Gran Final 2017/2018 “The Oblivion Stone”

Che cos’è un Gran Final?

Sono servite 51 Sessioni di gioco da settembre a gennaio per arrivare fino a qui…

4 micro-storie per altrettanti gruppi (GDR 1GDR 2 – GDR 3GDR 4) e una Macro-Trama che pian piano prende il suo spazio e porta ogni giocatore a cospetto dell’evento finale.

 
Il Gran Final è l’occasione che unisce tutta la community di DS GDR e che segna i macro eventi che sconvolgono gli assetti politici, magici, naturali e chi più ne ha più ne metta, del mondo in cui giochiamo.

I destini del continente di Emno-Tork, in questa occasione, sono stati scritti da 18 giocatori coadiuvati da 4 Gm (Davide Scardaci, Saverio Ronchese, Giovanni Canuti e Elio Scardaci) in una sessione epica e leggendaria.

 

Da una parte il rituale dell’imperatore-Dio Drago Shekkar, dall’altro il contro-rituale di Arsh il Demiurgo e dei suoi alleati!

 

La soddisfazione per la riuscita e la resa di questo evento è stata talmente tanta da essere pervaso da nuova forza. Sono arrivato all’evento stanchissimo, per via dei numerosi preparativi, ma non appena ho cominciato a parlare, ho sentito lo stress accumulato andare via e lasciare spazio all’entusiasmiamo. Il giorno successivo ho ricevuto feedback positivi a cascata e questo mi ha fatto venire voglia di rimettermi a lavoro ancora di più.

 

Ringrazio i miei giocatori dal profondo del cuore, tutto questo senza di loro non sarebbe possibile. Hanno la capacità di stimolarmi a fare sempre meglio, sempre di più, perché la verità è che sanno essere contagiosi, con i loro sorrisi, con le interpretazioni dei personaggi e l’insaziabile voglia di divertirsi insieme: mi trasmettono tanta passione che riverso direttamente in tutto quello che faccio. Ed eccoli qua!

 
GDR 1:
Mattia Lagatta – Maximilian Mortèt
Flavia Clari – Elaya Delroy
Alessandro Di Bonaventura – Hawken Klood
Niccolò Raffaello – Kirehè
 
GDR 2:
Luca Sbardella – Mathu
Marco Piattelli – Marilion
Andrea Bernardini – Daruk Malarosa (Ha spostato una vacanza per esserci!)
Stefano Salvato – Kurdam Malarosa
Riccardo Suarez – Xandrar Rivers
 
GDR 3:
Alessandro Bianchini – Ser Arwald!
Alessio Camedda – Balkan
Claudia Nirva Giubilei – Grimilde
Tania Nemesi – Nemesi
 
GDR 4:
Morcioni Mock Massimiliano – Devon Elithas
Alessandro Bracci – Thokk “Clan degli Sfregiati”
Daniele Rossi – Balgran Sorraz
Matteo Bove – Riyuu Reshirann “Clan degli Sfregiati”
Lorenzo Panza Luzzi – Stud “Clan degli Sfregiati”
 
E agli assenti che purtroppo non sono potuti esserci: Alessandro Spinarelli, Giulio Schiavone, Giovanni Pisani, Fabio Spadoni.
 
E a quelli che sono giunti troppo tardi nel progetto per essere parte di questo Gran Final: Iacopo Montagni, Emanuela Romeo e Carlo Alberto Piacquadio

La foto che ho messo come copertina è una delle più belle che ho.

Si dice che le foto siano fatte per racchiudere un momento, io non le ho mai potuto soffrire, dico sempre che i momenti vanno vissuti e che non bisognerebbe perdere tempo dietro all’obbiettivo, ma in questo caso, posso solo ringraziare chi l’ha scattata, perché vorrò riguardarla spesso. Mi ricorda un giorno splendido che va a congiungersi con il singolo Gran Final dello scorso anno. Quest’anno ne farò tre con tanti giocatori in più rispetto al passato e tanta voglia di continuare a lottare affinché i numeri crescano senza sosta, insieme all’entusiasmo per questo progetto.

 
Ma che cosa è accaduto in queste 6 ore di gioco conclusive?
Narratore Esterno:

L’intento del drago è quello di far sì che le creature di Emno-Tork non possano avere accesso alla trama magica. Questa è la ragione che lo spinge a rischiare la ricomparsa dei Drago-Custodi che egli stesso ha bandito tanto tempo prima all’interno della pietra dell’oblio. Shekkar vuole recuperare la trama magica dei draghi, assumerne il controllo e ribandirli all’interno della pietra. Questo al fine di avere tutto il potere nei suoi artigli, di conquistare Porta del Gelo e il territorio degli elfi ed infine di ristabilire l’equilibrio naturale del continente che è stato depauperato da una magia che ha progressivamente trasformato molte terre in aridi deserti.

 

L’intento di Arsh il demiurgo è quello d’impedire questo rituale abbia luogo. Se Shekkar riesce nel suo intento nessun essere umano potrà più utilizzare la trama. Diverrà tutto a totale appannaggio del Drago che sarà un grande dittatore a tutti gli effetti. Onde evitare questo epilogo si uniscono ad Arsh le famiglie Delroy, Prescott, Malarosa e Mortet oltre a Ser Arwald e tutto Laar-Khatus, Kotal il demonologo, il Signore del Vento,  i Cavalieri d’Ambra, il Clan degli sfregiati e il Signore dei Mutanti. Nessun altro evento avrebbe potuto far schierare sullo stesso fronte personalità così diverse, ma di fronte alla privazione della magia, ogni nemico di Shekkar diventa alleato!

 

Dai diari di Shekkar Il Drago:

“Ho bruciato Numasor. Mi sono issato sopra le torri che una volta si trovavano al centro delle Terre Fertili e ho soffiato il mio fumo nero fino a metterla in ginocchio. Le truppe di Mek’Hor mi hanno sostenuto nella sortita. Il patto era semplice ed entrambe le parti ne sono state soddisfatte. Io ho avuto Sargon Prescott e loro hanno preso la città. Synti, del culto delle ombre, ne è ora al comando.

 

Tornato a Xantrar, ho costretto Sargon Prescott a prendere parte al rituale e sono pronto a cominciare! Il potente Jeriko è vicino a me e ho il più grande mago di tutti i tempi al mio fianco. L’ho condizionato al punto di fargli fare quel che voglio!

 

I quattro drago-custodi usciranno dalla pietra dell’oblio e mi regaleranno il loro potere, grazie al quale potrò abbattere Porta del Gelo e gli elfi. Solo così, potrò mettere le Terre Fertili in ginocchio, sotto la mia unica guida!”

 
Dai diari di Arsh il demiurgo:

Le tre città che Xereo Prescott ha lasciato sono una benedizione, così come le pietre della Contro-Trama. Dobbiamo distruggerle secondo il rituale da lui creato. Dobbiamo affrontare diversi ostacoli, purtroppo il negromante è morto e nessuno di noi è in grado di comunicare con le difese delle città al fine di dimostrare quale sia la ragione della nostra venuta. Creature magiche, lasciate a vigilare la zona ci attaccheranno, non appena richiameremo la trama e tenteremo di distruggere le pietre. Dobbiamo resistere e rompere le pietre della contro-trama tenendo un tempo specifico. Non possiamo venire meno ai dettami del rituale o favoriremo il drago!

 

Il Gran Final è cominciato con il discorso di Arsh il Demiurgo:

“Il potere mistico è parte della nostra storia, è il fondamento tramite il quale misuriamo il nostro progresso.

Per me è stato correre, sorridere, amare; odiare: per me è stato, ed è: vivere.

Il nostro ex alleato Shekkar, vuole privarci di questo dono, vuole, come tutti i dittatori, riscrivere la storia, cambiando i nomi delle strade, delle piazze, dei borghi e dei sentieri di Emno-Tork tutta!

Vuole farci sentire stranieri su questa terra, fino a quando nessuno di noi ricorderà chi è; e per cosa combatte!

Ma io dico che Emno-Tork è ancora nostra! Non vedo ali di drago proiettare la loro ombra sul continente! Non vedo fumo e fiamme nei cieli!

E oggi, come ieri, io, non ho, paura!

E allora che si facciano valere a Min-Voras: Elay Delroy, Maximilian Mortet, Hawken Klood e Kirehe

Che la famiglia Malarosa porti un moto di orgoglio nelle rovine di Min-Natkum dove il fuoco e l’acqua troveranno intesa.

Che i vessilli di Laar-Khatus risplendano al sole del deserto presso Min-Lokjar dove Ser Arwald e i suoi alleati sono impegnati nella prova più dura.

E che i cavalieri d’Ambra ci proteggano, al centro del triangolo delle tre città, come fronte unico;

perché questa è

“L’ora più buia”; e noi siamo chiamati a portare la luce.”

 
Narratore Esterno:
Il rituale della contro-trama ha avuto successo, Shekkar non è riuscito nei suoi intenti sia per le capacità dimostrate dalla coalizione, sia per Sargon Prescott…
 

Dai diari di Sargon Prescott:

“C’è una parte nascosta dentro di me, nessuno la può toccare, nemmeno tu, Drago di fumo: traditore della tua specie e traditore del patto che ci ha legato nell’era passata. Io concentrerò tutte le mie forze in questa cella angusta, nell’unica parte del mio essere che non puoi toccare, lì dimorerò io e da quel punto sarò più forte di te per il tempo necessario!”

 
Narratore Esterno:

Il rituale è pronto, Shekkar, Jeriko e Sargon concentrano le forze, ma dall’altra parte del mondo, il contro-rituale è all’opera. Shekkar il drago sembra avere la meglio, convoca i draghi, sta per ottenere il potere di cui necessita, ma Sargon Prescott usa tutta la forza vitale per spezzare il potere del drago. Il morbo dei saggi lo divora, lo scarnifica letteralmente, lasciando a terra una poltiglia di sangue e polvere. Shekkar è costretto a cessare il rituale, non controlla le energie sprigionate, senza l’aiuto del mago. Shekkar e Jeriko usano la trama per imprigionare i draghi nell’Oblivion Stone, ma è troppo tardi, almeno uno è tornato.

Dalla pietra si alza solo un poco di fumo con occhi smeraldo, è lo spirito di Malyniria il drago delle Foreste, poi un grande colpo d’ali verso la libertà, mentre il drago prende congedo dall’incanto che lo ha relegato ad essere fumo contenuto nella pietra dell’oblio…”

 

Usciranno prossimamente un paio di video della sessione, ma frattanto diamo un occhio a cosa accadrà nel futuro:

Il secondo blocco, nel quale ogni gruppo giocherà tra le 12 e le 15 sessioni sarà dedicato all’ambientazione fantascientifica Nenemas, al momento sul sito non ci sono informazioni, ma ci saranno. Si avrà anche un Gran Final per la trama futuristica giocata da tutti i gruppi con il regolamento Cypher System

Ad Aprile torneremo nelle Terre Fertili fino a Giugno per dare luogo all’ultimo Gran
 
Final che chiude i primi 30 anni dell’era del Drago.

 
Tutti i Gran Final:


Iscriviti alla Newsletter
Ricevi news ed aggiornamenti sulle ultime novità ed iniziative in corso
(inviando la tua richiesta attraverso il form, accetti implicitamente le disposizioni sul trattamento dei dati nella sezione relativa alla privacy policy)
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup