Lorem ipsum dolor sit amet, elit eget consectetuer adipiscing aenean dolor

La Torre Nera, ma che male abbiamo fatto?

Il cinema propone “La Torre Nera”, lo sa già che sarà deludente, ma decido di andare a vederlo; decido che potrebbe stupirmi.

Mai scelta fu più nefasta. Un film che ha un primo tempo mediocre e un secondo inaccettabile, dove il cattivo di turno è in grado di poteri eccezionali, come togliere la vita ad una singola persona, con una semplice frase “Togli il Respiro”, ma non riesce a dominare una parte ben precisa dell’universo.
Neanche un certo Darth Vader uccide dicendo una frase, quanto meno deve faticare un poco usando “la forza”

Dall’altra parte della barricata a difendere lo status quo, un pistolero che, tenetevi forte, spara con due pistole che sono state forgiate dall’acciaio di Excalibur, (informazione spiattellata durante il film con mezza frase fuori contesto) un bambino con “il tocco” e tutta la fortuna del mondo a disposizione per contrastare un cattivo che tutto può.
La scelta del bambino protagonista con super poteri, depositario di un sapere celato ai più, è di un’originalità fuori luogo, ho sentito la pelle d’oca quando l’ho ravvisata.

La storia non sta mai in piedi, ha una linea narrativa scontata e mal orchestrata. Tolti effetti speciali, scenografia ed estetica in generale, concentrandosi sul concetto espresso dalla sceneggiatura, tratta dall’omonimo romanzo, sembra di assistere ad un aborto.

Non ho letto la saga (7 Libri concentrati in 95 minuti di pellicola), ma essendo due media diversi, non credo che faccia molta differenza, anzi penso che non averla letta mi dia maggiore discernimento sul prodotto cinematografico fine a se stesso.

IMDB gli ha dato 6 su 10 – Forse è anche troppo, altri siti si lanciano su critiche che per il 77% risultano positive, mi domando che film abbiano visto, sempre che si siano degnati della visione e che non abbiano perpetuato il vizietto di tradurre dai siti inglesi e americani e di porre in calce la firma.

Il mio consiglio è il seguente: non fate come me, non lasciatevi sedurre dalla firma di Stephen King, spendete i vostri soldi altrimenti.

Il film è costato 60 Milioni, si poteva spenderli molto, ma molto meglio e in definitiva la domanda è sempre la stessa: ma che male abbiamo fatto per meritarci questo aborto?


Iscriviti alla Newsletter
Ricevi news ed aggiornamenti sulle ultime novità ed iniziative in corso
(inviando la tua richiesta attraverso il form, accetti implicitamente le disposizioni sul trattamento dei dati nella sezione relativa alla privacy policy)
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup